A.I.D. Sezione di Torino e provincia

 


 

Bisogni Educativi Speciali – BES

 

 

 

 

 


 

INTEGRAZIONE ALLIEVI DISABILI

Formare tutti gli studenti e contribuire al raggiungimento del successo formativo, inteso non solo come conseguimento del titolo di studio, ma come pieno sviluppo della personalità e soddisfacente integrazione sociale, rientra nei compiti istituzionali della scuola. Da ciò deriva la necessità di adeguare le modalità di intervento alla diversità dei bisogni e dei prerequisiti individuali. In particolare risulta indispensabile l’impegno per la formazione degli alunni svantaggiati e portatori di handicap, che non solo hanno il diritto allo studio, garantito dalla Costituzione, ma costituiscono un’occasione di arricchimento per il gruppo in cui sono inseriti, che scopre nuovi modi di comunicazione e di confronto con la diversità e nuove modalità di collaborazione responsabile.

Obiettivi prioritari dell’Istituto sono pertanto il predisporre le condizioni dell’accoglienza (incontri con la famiglia, trasmissione di materiali didattici con gli insegnanti della scuola media di provenienza, visita dei locali della scuola, illustrazione delle attività didattiche in particolare degli indirizzi caratterizzanti l’Istituto); la rimozione degli ostacoli e delle difficoltà socio-ambientali; il creare percorsi educativi idonei e l’applicare adeguate metodologie di insegnamento. Si ritiene inoltre fondamentale che l’azione educativa sia imperniata sulla costante interazione tra tutti i componenti del gruppo tecnico (docenti del consiglio di classe, esperti A.S.L., docenti specializzati) e la famiglia, cui comunque spetta sempre la responsabilità delle scelte operate nell’interesse dell’allievo.

La programmazione curricolare e dei progetti rivolti agli alunni portatori di handicap hanno la finalità dell’autonomia personale e sociale, lo sviluppo delle capacità comunicative, l’acquisizione di abilità di base anche in funzione dell’inserimento dell’allievo nel mondo del lavoro dopo l’assolvimento dell’obbligo scolastico,  che avverrà  attraverso i contatti con le agenzie formative  del territorio.

PROGETTI

ATTIVITA’ DIDATTICA AL COMPUTER

Referente: prof. Richetta

Classi: allievi in situazione di handicap

Acquisire abilità di base nell’uso del computer e nel  programma informatico Word di videoscrittura. Svolgere   ricerche e promuovere interessi personali “navigando”, con la guida dell’insegnante, in un testo multimediale e in Internet.

PROGETTO GIOIELLO POVERO

Referente: Prof. Cotza

Classi: allievi in situazione di handicap del Triennio di Disegno Industriale.

Progettazione e realizzazione di pezzi unici o di piccole serie di monili, attraverso l’utilizzo della  tecnica orafa semplificata e con la supervisione di un esperto esterno.

INGENIO

Referente: prof. Cotza

Classi: allievi in situazione di handicap e classi di appartenenza

Realizzazione di oggetti nei laboratori di Stampa Stoffe e Restauro del Libro da parte di studenti     portatori di handicap e delle classi di appartenenza secondo il progetto della Città di Torino / servizi socio-assistenziali.

L’HO DIPINTO CON

Referente: prof. Cotza

Classi: allievi in situazione di handicap

Far conoscere le abilità artistiche degli alunni in situazione di handicap attraverso la partecipazione a   mostre e concorsi.

“SETTING DI ARTE TERAPIA”

Referente: prof. Cotza

Classi : allievi in situazione di handicap

L’attività è proposta in orario curriculare da Ottobre a Maggio. Gli incontri avranno una frequenza settimanale di 1 ora e mezza.

Obiettivi del progetto sono :

Potenziamento delle abilità individuali e delle personali capacità operative

Miglioramento dell’autonomia  operativa

Concreta possibilità di rappresentarsi con se stessi e con gli altri con senso di maggior benessere