Alle Studentesse e agli Studenti

Al Personale della Scuola

Saluto

Auguro un buon anno scolastico

con alcuni brani tratti da scritti filosofici e pedagogici

di John Dewey del 1916.

da “Democrazia e educazione” 1916

«Vera natura della vita è quella di lottare per continuare ad esse- re. Perché questa continuazione può essere assicurata solo con co- stanti rinnovamenti, la vita è un processo di autorinnovamento.

Ciò che la nutrizione e la riproduzione sono per la vita fisiologica, l’educazione lo è per la vita sociale. L’educazione consiste princi- palmente nella trasmissione per mezzo della comunicazione.

La comunicazione è un processo con cui si partecipa all’esperienza finché essa diventa patrimonio comune. Essa modifica la disposizione di entrambe le parti che vi partecipano.»

«La vita è sviluppo, e che svilupparsi , crescere è vita. (…) Il pro- cesso  educativo è processo di continua riorganizzazione, rico- struzione,  trasformazione. L’inclinazione a imparare dalla vita stessa e a rendere le condizioni del vivere tali che ognuno sia in grado di imparare nel corso stesso del vivere è il più bel prodotto della scuola.»

da “L’educazione e l’ordine sociale” (in La Frontiera educativa  – 1933)

Il bisogno di curiosità

«La vera alternativa al porre questioni non è la confusione menta- le, ma lo sviluppo di uno spirito di curiosità, che manterrà lo stu- dente in un attegiamento di indagine e di ricerca.

(…)La mente aperta è una noia, se è semplice passività disponibile ad accogliere tutto nel vuoto che c’è al di là dell’apertura, mentre ha significato solo se indica una mente in attiva ricerca, sul chi vive per un’ulterio- re conoscenza ed ulteriore comprensione.

La scuola come comunità cooperativa

«Gli educatori devono muoversi velocemente verso una orga- nizzazione della scuola stessa come comunità cooperativa.”

Il Dirigente Scolastico

(dott. Giovanni La Rosa)